Nuda Proprietà

1. Cos’è la nuda proprietà?

La nuda proprietà è il valore dell’immobile decurtato dell’usufrutto cioè significa vendere il proprio immobile, ma tenendo per sé il diritto di viverci per tutta la vita

2. Quali sono i vantaggi della nuda proprietà per chi vende?

Chi vende la nuda proprietà dell’immobile si riserva il diritto di abitare e godere l’immobile per tutta la vita, incassando subito un capitale.

3. Quali sono i vantaggi della nuda proprietà per chi compra?

Chi acquista la nuda proporietà, lo fa ad un prezzo agevolato, in base all’età dell’usufruttuario. Durante il periodo in cui l’usufruttario rimane nella casa, la nuda proprietà si rivaluta doppiamente: sia grazie all’incremento del valore di mercato dell’immobile, sia grazie all’avanzamento dell’età dell’usufruttario

4. Chi è l’usufruttuario?

L’usufruttario è chi, una volta ceduta la nuda proprietà di un immobile, ha il diritto di goderne l’uso per tutta la vita o entro un periodo determinato in fase di contratto. L’usufruttuario può anche affittare l’immobile o vendere l’usufrutto a terze persone nei limiti dei termini previsti nel contratto della vendita della nuda proprietà.

5. Chi è il nudo proprietario?

Il nudo proprietario è chi ha il diritto di proprietà su un immobile, ma non il diritto di goderne l’uso. Il nudo proprietario può trasferire a terzi ed in qualsiasi momento la nuda proprietà dell’immobile potendo così realizzare un guadagno a seguito della possibile rivalutazione.

6. Si può vendere anche la nuda proprietà di una seconda casa o di una casa affittata?

Sì, tutti i vantaggi rimangono gli stessi. Nel caso in cui la casa sia affittata, l’usufruttuario continuerà a percepirne gli affitti

7. Com’è calcolato il prezzo di vendita?

Stabilito il valore di mercato dell’immobile, si applicano i coefficienti relativi all’età dell’usufruttario della casa. Questi coefficienti sono redatti periodicamente dal ministero delle finanze e sono basati sulle aspettattive di vita statistica in Italia e sul tasso di interesse legale in vigore. In ogni caso il prezzo di vendita, una volta ascoltati i suggerimenti di casanuda.it è stabilito dal venditore

8. Chi paga le spese condominiali ?

La ripartizione delle spese condominiali di manutenzione straordinaria sono attribuite al nudo proprietario mentre le spese ordinare sono a carico dell’usufruttuario (art. 1105 cc) pur essendo entrambi tenuti, in via solidale, nei riguardi del condominio,al pagamento delle spese approvate dall’assemblea. (art. 67 disp. att. cc).

9. Chi paga le spese, l’ici e l’ irpef?

Le spese di manutenzione ordinaria dell’abitazione sono a carico dell’usufruttarioche è tenuto a mantenere l’immobile in buono stato, senza danneggiarlo o modificarlo all’insaputa del nudo proprietario. Le spese straordinariesono a carico del nudo proprietario.

L’articolo 1008 del codice stabilisce che l’usufruttuario è tenuto, per la durata del suo diritto, ai carichi annuali, come le imposte, i canoni, le rendite fondiarie e gli altri pesi che gravano sul reddito.

Compare listings

Confrontare