Le prospettive secondo FIAIP – L’agenzia sarà multidipisciplinare

Non scomparirà, anzi, il suo futuro è promettente se riuscirà a trasformarsi in un vero negozio multiservizi, il “one-stop-shop” per dirla all’inglese. Questa è la visione sulle agenzie immobiliari della Fiaip, principale associazione di categoria degli agenti, che nel corso di un convegno a Milano ha discusso le prospettive del settore alla luce della legge europea 2018, che sta per modificare l’impostazione della 39/89 nella parte che riguarda le incompatibilità. In sintesi, resta il divieto di fare intermediazione per dipendenti (pubblici e privati), professioni intellettuali afferenti al settore (tipicamente ingegneri, architetti e geometri), mentre, per quanto riguarda l’attività di impresa, l’unico incrocio vietato è quello tra agente e costruttore. Ma non c’è più alcun vincolo rispetto alla fornitura di “servizi”. «È una grande opportunità» spiega il presidente Fiaip, Gian Battista Baccarini. «Non immaginiamo una specie di super-agente che faccia compravendita, venda mutui e polizze e magari amministri un condominio. Se si vuole essere bravi in un’attività, si può fare solo quella. Puntiamo ad agenzie multidisciplinari dove finalmente possano sedere insieme figure diverse». Quanto ai tempi, l’ultimo passaggio in Senato della norma è previsto intorno al 20-23 aprile. Da maggio le novità potrebbero essere operative, ma servirà ancora una circolare interpretativa del ministero per lo Sviluppo economico.

dubbi ? domande ?

scrivici, ti risponderemo quanto prima

14 + 14 =

×